LUCA: AMICIZIA, DIVERSITA’ E CURIOSITA’

 


DISNEY PIXAR HA FATTO CENTRO

 

Da qualche anno Disney Pixar ci ha abituati a film d’animazione carichi di significati che raccontano uno o più aspetti della realtà, tematiche da adulti in prodotti indirizzati a un pubblico più ampio possibile. A volte questa strategia ha pagato, altre un po’ meno. Ci sono titoli che sono stati pompati all’inverosimile e altri che sono stati squalificati dalla fanbase.

E poi c’è Luca.

Semplice, lineare, tecnicamente perfetto e con un tema attualissimo.

Siccome di questo film si è detto tantissimo, scritto ancora di più ed eviscerato ogni sorta di sotto testo vi rimando a due post dell’amico Mikimoz del blog Moz O’Clock che a parlare di prodotti animati è molto più bravo di me; anzi vi esorto proprio ad andare a leggere questo post e quest’altro post che ha dedicato al film Luca.

Per quelli che sono rimasti e per quelli che sono tornati, in questo post voglio riportare cosa mi è rimasto dentro a qualche giorno dalla visione del film, quali pensieri ha riportato a galla e quali ragionamenti ha attivato.

Come ho scritto nel titolo, per me i pilastri che sorreggono questo film, tecnicamente bellissimo, sono i temi dell’amicizia, della diversità e della curiosità. Tre temi interconnessi che sono stati amalgamati con il giusto equilibrio.




Dalle prime battute del film è inevitabile che scocchi un’amicizia profonda e totalizzante tra il protagonista Luca e il co-protagonista Alberto. I due condividono lo spirito dell’avventura e un obiettivo ambizioso che li riscatterebbe da una vita piatta che non offre molte soddisfazioni. Quando arriva Giulia si realizza la dinamica destabilizzante che mette in discussione l’amicizia tra i due ragazzi, dinamica che viene però assorbita e rafforza il sentimento che lega a filo doppio il duo trasformandolo in un trio.
La presenza del bullo antipatico fa il resto e la squadra è bell’e pronta ad affrontare la sfida.



Gli uomini-pesce hanno pregiudizi nei confronti degli umani e questi ultimi fanno lo stesso con gli stessi uomini-pesce. A causa di questi pregiudizi Luca e Alberto devono nascondere la loro diversità anche nei confronti di Giulia per i motivi che possiamo facilmente immaginare. Eppure a un certo punto della storia si realizza quel concetto che vede la diversità come un valore aggiunto poiché è accettandola in pieno e senza vergogna che si cresce internamente e si fa vedere agli altri come crescere e cambiare idea, abbattere i pregiudizi o comunque metterli in seria discussione.



Sembra banale ma ciò che spingerà Luca a scoprire il mondo in superficie è una sana e profonda curiosità come solo quella di un ragazzino sa essere e che troppo spesso viene mortificata dalle abitudini e dai luoghi comuni. La curiosità è un valore da coltivare con grande cura perché il mondo è vasto, complesso e a tratti insensato ma se si fa affidamento sulla propria voglia di conoscere, se non ci si ferma alle apparenze e ci si sforza di scoprire i motivi (per quanto possibile) che stanno alla base di tutte le cose quella complessità diventa una sfida e la vita diventa un’avventura.


Quindi, in definitiva, Luca mi è piaciuto sia dal punto di vista tecnico che da quello narrativo. Sono ancora affascinato dalla bellezza dei colori e dei modelli, in particolar modo dai capelli di alcuni personaggi, tra cui Giulia, e dalle transizioni nelle trasformazioni di Luca e Alberto.


Voti

Storia: 8
Personaggi: 8
Tematica: 8.5
Effetto Sorpresa: 7.5
Tecnica: 8

 

Media: 8

 

E per ora è tutto gente, buona vita

 

Commenti

  1. E' stato proprio Miki a convincermi a vedere questo film.
    L'ho apprezzato così tanto. Poi, però, mi ha convinta a recensirlo, anche se credevo che ormai fosse stato detto tutto e di più.
    Allora ho buttato giù due righe che pubblicherò la prossima settimana.

    Sono felice che sia piaciuto così tanto anche a te.
    Sai che anch'io ho apprezzato un sacco i loro capelli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I capelli di Giulia sono qualcosa di artistico

      Elimina
  2. Innanzitutto grazie per la (doppia) citazione!
    Sai che più penso a questo film e più mi piace? Lo rivedrò stasera.
    Penso che il rapporto tra Alberto e Luca sia una delle cose più vere mai viste, quotidiane e probabilmente sospese.
    Comunque, un film che davvero ha rotto degli schemi.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati.

      Hai proprio ragione, un'amicizia vera con le luci e le ombre, un capolavoro di scrittura questa dinamica.

      Elimina
  3. Il film mi ha colpito molto, ma probabilmente ero ancora abbagliato da Soul per goderne con la semplicità necessaria. Bello lo stile, ottima la manina Pixar nell'intelaiatura Disney, forse dovrei rivederlo, quando sarò meno scosso da Soul.

    RispondiElimina

Posta un commento